Incentivi DM 2 Marzo 2018

In data 2 marzo 2018 il vecchio esecutivo, e nello specifico il Ministero dello Sviluppo Economico in concerto con il Ministero dell’Ambiente e delle Politiche Agricole e Forestali, ha pubblicato e reso attuativo il Nuovo Decreto sulla Promozione dell’Uso del Biometano e degli altri Biocarburanti Avanzati nel Settore dei Trasporti.

In questi giorni, il GSE, ha dato l’avvio operativo al nuovo portale dedicato, con questo articolo vogliamo fare una breve analisi per capire di cosa si tratta.

La premessa doverosa è sottolineare che, il tanto atteso decreto, è un provvedimento in linea con quanto previsto dalle Direttive UE sulla promozione dell’energia da fonte rinnovabile.

Il sistema non inciderà sulle fatture di energia elettrica e del gas ma sarà finanziato esclusivamente dai “soggetti obbligati” (compagnie di distribuzione carburanti che hanno da tempo l’obbligo di immetterne una parte sotto forma di biocarburanti). In riferimento a questo punto, il governo ha previsto la sostituzione del biodisel, per lo più importato, con biocarburanti prodotti sul territorio nazionale, promuovendo di fatto la filiera nazionale, aiutando il ciclo dei rifiuti (FORSU) e gli agricoltori nazionali.

Lunedì 2 luglio 2018 è stato attivato il nuovo portale BIOMETANO che consentirà di presentare e gestire le richieste di qualifica così come previsto dal Decreto 2 marzo 2018.

Il portale consentirà di accedere ai meccanismi di incentivazione previsti dagli articoli 5 e 6 del Decreto ovvero rispettivamente i contributi previsti per il biometano e biometano avanzato immesso nella rete del gas naturale con destinazione specifica nei trasporti.

Per quel che concerne invece i meccanismi di Incentivazione dei biocarburanti avanzati diversi dal biometano previsti dall’articolo 7 del suddetto Decreto dovremmo invece aspettare il 2 agosto.

Si ricorda che nell’Allegato 3 del decreto è riportata la lista delle Materie prime e  carburanti  che  danno  origine  a  biocarburanti  contabilizzabili come avanzati.

Come specificato, le richieste dovranno essere inviate esclusivamente per via telematica.

PROCESSO DI QUALIFICA

Entro un anno dalla data di entrata in esercizio dell’impianto, il produttore deve procedere con la registrazione sul portale e l’attivazione della procedura che consentirà il riconoscimento della qualifica relativa all’impianto mediante portale BIOMETANO sul sito del GSE.

Entro 120 giorni dalla data di ricevimento dell’istanza, il GSE valuterà la domanda e determinerà il quantitativo di CIC rilasciabili in funzione dei dati tecnici dichiarati nell’istanza.

Per quel che riguarda gli impianti di Biogas esistenti confermiamo la possibilità di convertire il sistema a Biometano destinando parte o tutta la produzione di gas e beneficiando degli incentivi previsti dal suddetto decreto. E’ possibile inoltre mantenere anche quota parta di incentivo sull’energia elettrica prodotta.

MECCANISMO INCENTIVANTE

Al produttore vengono rilasciati un numero di certificati di immissione in consumo di biocarburanti (CIC) quantificati secondo quanto previsto del decreto del MISE 10 ottobre 2014.

I CIC sono rilasciati mensilmente secondo quanto previsto delle procedure operative del GSE.

Gli incentivi sono destinati ad impianti che entrano in esercizio entro il 31 dicembre 2022, per un periodo massimo di 10 anni dalla data di decorrenza dell’incentivo.

Il prezzo del CIC, previsto per il biometano avanzato immesso nella rete, corrisponderà a quello medio ponderato con le quantità, registrato sul mercato a pronti del gas naturale (MP-GAS) gestito dal GME nel mese di cessione ridotto del 5%; il GME comunica che che a partire dal 5 luglio prossimo si procederà con la pubblicazione su base mensile del prezzo.

Per quanto riguarda i biocarburanti avanzati diversi dal biometano, Il GSE riconosce il valore dei corrispondenti CIC attribuendo a ciascun certificato un valore pari a 375 euro a certificato per la quantità massima annua.

In attesa di verificare cosa verrà previsto nel decreto FER2 che incentiverà la produzione di energia elettrica per gli impianti a Biogas questo sistema potrebbe rappresentare uno spiraglio di luce sia per la riconversione d’impianti esistenti sia per la realizzazione di nuovi impianti di taglia, che per i numeri in gioco, dovranno sicuramente di medie-grosse dimensioni.

Vuoi Ulteriori Informazioni

studiotecnico@ingbalzano.com
331.6794367

Sezione Contatti

Mandami un messaggio per ulteriori informazioni
Clicca Qui
Iscriviti alla Newsletter

altre news...

Scrivimi per maggiorni :

Se desideri ricevere ulteriori informazioni, contattaci! noi ci occuperemo di analizzare le tue necessità e di predisporti un offerta personalizzata.


Ing.Marco Balzano



Condividi Questo Articolo:

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email

studioTECNICO | ing.marcoBALZANO
P.IVA/CF 07986220726
© All Rights Reserved.