Incentivi : Resoconto Incontro con MISE

Giorno 25 settembre nella Sala degli Arazzi al MISE si è tenuto un confronto tra i responsabili del ministero e gli operatori di settore rappresentati principalmente dalle associazioni di categoria in merito al decreto d’incentivazione FER 1 che fondamentalmente interesserà prevalentemente impianti fotovoltaici ed impianti eolici.

Davide Crippa, sottosegretario allo Sviluppo economico del M5S ha illustrato il decreto e annunciato alcune correzioni in arrivo.

Innanzitutto il premio “eternit” aggiuntivo pari a 12 €/MWh non sarà solo sulla quota parte di energia immessa ma sarà esteso a tutta l’energia prodotta.

Sono state sollevate diverse considerazioni riguardo a mix tecnologici esempio FV+Eolico e alla salvaguardia della singola tecnologia, all’interno di gruppi di tecnologie concorrenti.

Il sottosegretario ha sottolineato che il tema è molto sentito e si sta lavorando per capire quali sono gli spazi di manovra per poter attuare ulteriori variazioni in merito. Stesso discorso per l’incremento dei contingenti che come ricordiamo equivalgono a 650MW per impianti Fotovoltaici ed Eolici spalmati in 7 registri in 3 anni.

Per dare una tempistica su quello che ci attenderà, il sottosegretario ha confermato che entro metà ottobre verrà pubblicata il testo definitivo da sottoporre al Ministero dell’Ambiente, Conferenza Stato Regione e all’Unione Europea. Il problema di fatto sono questi ultimi che necessitano di un tempo che può andare dai 60-90 giorni.

Personalmente confrontando il testo di marzo redatto dal vecchio governo rispetto alla bozza attuale, oltre a date e introduzione del bonus amianto e delle penalizzazioni per aerogeneratori rigenerati poco è cambiato.

Crippa ha confermato che non ci sono stati i tempi tecnici per poter rivisitare in toto lo schema, ma ci si è adoperati per creare uno strumento di rapida attuazione causa anche i due anni di ritardo.

Ha confermato che questo non rappresenta lo strumento che ci permetterà di puntare i target contenuti nel SEN e quelli ancora più ambiziosi dichiarati a luglio in sede Europea. Per fare ciò ha ribadito che l’esecutivo sta lavorando per introdurre delle misure programmatiche nel Piano Energia Clima che permetteranno di modificare questi strumenti in corso d’opera.

Ricordiamoci che, se il decreto verrà reso operativo, il primo registro si aprirà il 30/genn/2019 ma vedremo i primi cantieri aperti solo dopo la pubblicazione in posizione utile all’interno del decreto ovvero dopo il mese di Giugno.

In merito invece alle voci che circolando sul web sull’eliminazione degli incentivi per le agroenergie, è stato confermato che si sta lavorando al FER2 anche se non sono state fornite indicazione sulla tempistica quindi ci sarà d’attendere.

Intanto ancora problemi per la nomina del nuovo presidente del GSE successore del Dott. Sperandini. Sesta fumata nera tutto rinviato al 5 ottobe.

Parallelamente il contatore del FER non fotovoltaico in questi mesi ha registrato un forte diminuizione del valore ben lontano da famoso limite di spesa dei 5,8 miliardi.

Vuoi Ulteriori Informazioni

studiotecnico@ingbalzano.com
331.6794367

Sezione Contatti

Mandami un messaggio per ulteriori informazioni
Clicca Qui
Iscriviti alla Newsletter

altre news...

Scrivimi per maggiorni :

Se desideri ricevere ulteriori informazioni, contattaci! noi ci occuperemo di analizzare le tue necessità e di predisporti un offerta personalizzata.


Ing.Marco Balzano



Condividi Questo Articolo:

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email

studioTECNICO | ing.marcoBALZANO
P.IVA/CF 07986220726
© All Rights Reserved.