Decreto Rinnovabili Aggiornamento 08 marzo 2018

A valle di questo weekend di fuoco cerchiamo di fare il punto della situazione relativo al tanto atteso decreto/i rinnovabili elettriche ad oggi 08 marzo, data di pubblicazione di questo articolo.

Parliamo al plurale in quanto i decreti previsti saranno sostanzialmente due: un primo decreto per le fonti rinnovabili elettriche più vicine alla competitività (eolico onshore, solare fotovoltaico, idroelettrico, geotermia tradizionale, gas di discarica e di depurazione) e un secondo decreto relativo alla cogenerazione a biomassa e biogas.

Questa distinzione è stata una scelta obbligata per la diversa tipologia di costo e avanzamento dello sviluppo tecnologico.

Purtroppo le informazioni sono frammentate e ufficiose ma apprendiamo da fonti ministeriali e dai vari tweet e post sui social anche del Ministro Carlo Calenda che almeno il primo decreto è stato sottoscritto.

 

Il titolare del Mise, di fatto, ha firmato il documento contentente lo schema del decreto che fisserà le regole per l’incentivazione nel triennio 2018-20.

La potenza messa a disposizione per il solo decreto FER1 sarebbe di 6GW che consentirebbe, dunque, una produzione annua green di circa 11 TWh.

Lo schema è stato inviato al Ministero dell’Ambiente per acquisirne il parere. Successivamente si avvierà tutto l’iter che portà ai vari nulla osta nazionali (Regioni, ARERE Autorità per l’Energia) ed Europei. La commissione EU infatti dovrà avvallare il regime d’aiuto.

Il decreto regolamenterà l’accesso agli incentivi che avverrà mediante due diverse modalità di accesso: Accesso Diretto e Accesso mediante Aste. Quest’ultimo sistema prevede una procedura basata su criteri economici, in modo da spingere per la riduzione del costo dell’iniziativa, e su criteri di qualità dei progetti con una maggiore attenzione sulla tutela ambientale e territoriale.

La nota positiva è la reintroduzione di una tariffa incentivante per il solare fotovoltaico, in linea con quanto indicato nel SEN, infatti, è necessario dare uno stimolo al mercato affinche si possa creare molta piu energia green per il raggiungimento degli obiettivi imposti dall’europa.

Il fotovoltaico ad oggi rappresenta la tecnologia piu economica per la produzione di energia da fonti rinnovabili sul mercato.

Sembrerebbe che per l’eolico si sia alzata l’asticella per l’accesso diretto a 100 kW invece dei 60 kW previsti nei decreti precedenti. La nota dolente è la tariffa, solamente 140 €/MWh. È vero che il costo unitario €/kW di una aerogeneratore da 100 KWe è nettamente inferiore a 60 kWe e che la capacità di produzione è maggiore, ma un dimezzamento della tariffa incentivante probabilmente potrebbe essere un taglio sproporzionato per mantenere conveniente e con rientri congrui un investimento in questa tecnologia.

Sicuramente, una volta che queste voci diventeranno ufficiali, i produttori di aerogeneratori daranno un riscontro al mercato notificandoci i nuovi costi e le nuove curve caratteristiche di macchina che ci consentiranno di redigere le analisi economiche e i relativi Business Plan per analizzare i tempi di rientro e la bontà dell’operazione.

Ammesso e non concesso che tutto ciò sarà confermato, bisognerà sicuramente ricominciare a sviluppare nuove autorizzazione perché le vecchie da 60 kW con molta probabilità risulteranno non più utilizzabili.

A valle di tutto ciò sicuramente si dovrà aspettare un nuovo governo per la conclusione dell’iter e l’approvazione definitiva nella speranza che il nuovo esecutivo modifichi in meglio il valore economico delle tariffe che consentirebbe, almeno per l’eolico, un immediata ripresa dell’intero comparto attualmente fermo ai box. 

Vuoi Ulteriori Informazioni

studiotecnico@ingbalzano.com
331.6794367

Sezione Contatti

Mandami un messaggio per ulteriori informazioni
Clicca Qui
Iscriviti alla Newsletter

altre news...

Per rimanere sempre aggiornato iscriviti alla newsletter

Condividi questo articolo con i tuoi clienti, sfrutta il nuovo sistema automatico. Clicca sulle icone che troverai in fondo a questa pagina

Scrivimi per maggiorni :

Se desideri ricevere ulteriori informazioni, contattaci! noi ci occuperemo di analizzare le tue necessità e di predisporti un offerta personalizzata.


Ing.Marco Balzano



Condividi Questo Articolo:

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email