Incentivi Fotovoltaico: Credito d'Imposta 2018


Il Programma Operativo Nazionale “Imprese e competitività” 2014-2020 FESR a stanziato 163 Milioni di euro allo strumento del credito d’imposta Mezzogiorno, per le PMI italiane che desiderano investire in beni strumentali.

Nello specifico le regioni coinvolte sono le seguenti: CalabriaPugliaBasilicataCampaniaSicilia e Sardegna. Per le regioni Abruzzo e Molise il bando è applicabile con alcune limitazioni. 


In cosa consiste?

La normativa prevede la possibilità di beneficiare di un credito d’imposta con aliquota fino al 45% del costo dell’investimento sostenuto. Molto più alte rispetto al sistema in vigore fino a qualche mese fa.

Ragionevolmente anche l’importo massimo di spesa dell’investimento può arrivare fino a 15 milioni di euro per grandi imprese.


Come Funziona il Meccanismo?

È sufficiente predisporre una istanza mediante il portale dell’Agenzia dell’Entrate.

Questa istanza dovrà contenere delle informazioni descrittive sull’iniziativa, i costi e le aliquote di credito d’imposta richieste.

L’ente, dopo aver analizzato e valutato l’istanza, invierà l’autorizzazione ufficiale con il riconoscimento del credito autorizzandone l’utilizzo.

Il credito d’imposta maturato può essere utilizzato in compensazione presentando il modello F24 esclusivamente tramite il servizio telematico Entratel o Fisconline (codice tributo “6869”), a partire dal quinto giorno successivo alla data della presente comunicazione.

La tua società potrà compensarlo ogni qual volta dovrà versare le imposte mensili dei tributi di qualsiasi tipologia fino al suo esaurimento. 


Cosa Incentiva il Bando?

Il Bando incentiva investimenti:

  • facenti parte di un progetto di investimento iniziale;
  • relativi all’acquisto di macchinariimpianti e attrezzature varie destinati a strutture produttive già esistenti o che vengono impiantate nel territorio agevolato.

La realizzazione di un impianto fotovoltaico rappresenta l’acquisto di un impianto definito dall’agenzia dell’entrate come bene strumentale all’esercizio dell’attività.


Sono ammessi tanto l’acquisto da terzi, anche in locazione finanziaria, quanto la realizzazione in economia o mediante contratto d’appalto.

Il credito d’imposta è cumulabile con aiuti de minimis e con altri aiuti di Stato che abbiano ad oggetto i medesimi costi ammessi al beneficio e come chiarito dall’Agenzia delle Entrate, il credito d’imposta è cumulabile anche con i c.d. “super-ammortamenti” di cui all’art. 1 co. 91 – 94 e 97 della L. 208/2015.

Vuoi Ulteriori Informazioni

studiotecnico@ingbalzano.com
331.6794367

Sezione Contatti

Mandami un messaggio per ulteriori informazioni
Clicca Qui
Iscriviti alla Newsletter

altre news...

Vuoi partecipare a questo bando ma non sai da dove cominciare per la redazione del tuo progetto? Pensi che sia un’ottima opportunità?

Contattaci per analizzare insieme la tua iniziativa e verificare se ha i requisiti per poter beneficiare di questo strumento incentivante molto conveniente.

Scrivimi per maggiorni :

Se desideri ricevere ulteriori informazioni, contattaci! noi ci occuperemo di analizzare le tue necessità e di predisporti un offerta personalizzata.


Ing.Marco Balzano



Condividi Questo Articolo:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email